24
Ott
14

vegetariani o denutriti?

A-AI-FIGLI-DEI-FIGLI-di-Gay-TaleseFiglio di Giuseppe Talese,  un sarto italiano originario di Maida in Calabria, Gay Talese è nato il 7 febbraio 1932 a Ocean City, New Jersey. Dopo essersi laureato all’Università dell’Alabama ha trovato il suo primo impiego nel mondo giornalistico come fattorino al New York Times. Trascorso un breve periodo nell’esercito, nel 1956 è tornato al New York Times dove ha lavorato come reporter fino al 1965. Da allora ha scritto per numerose testate, tra cui Esquire, The New Yorker, Newsweek e Harper’s Magazine.
È autore di undici libri, tra cui ricordiamo The Kingdom and the Power (1969), ricostruzione della nascita e crescita del New York Times,  Onora il padre (1971), storia e vita quotidiana di una famiglia mafiosa americana narrata dall’interno; La donna d’altri (1981), un approfondito reportage sull’evoluzione dei valori morali e dei costumi sessuali in America;  Ai figli dei figli (1992), racconto autobiografico sull’immigrazione della sua famiglia dall’Italia all’America all’inizio del secolo scorso.

  Da quest’ultimo libro, ormai introvabile in Italia se non nel mercato dell’usato, riporto la pagina seguente,  in cui l’autore descrive il periodo (1922) in cui  suo padre Giuseppe Talese, giovane sarto da qualche anno immigrato negli Stati Uniti, riparava i vestiti dei suoi connazionali, ormai troppo stretti a causa della nuove abitudini alimentari. Una autentica pagina di storia…che rischia di ripetersi a distanza di cento anni!

…Ma più tardi Giuseppe concluse che il crescente successo della sua attività di sarto nei primi mesi del 1922 dipendeva soprattutto dalla circostanza che ad Ambler [Ambler, Montgomery County, Pennsylvania,  United States, 26 km a nord di Philadelphia]  un gran numero d’italiani stava mettendo su peso.  Tutti i clienti che si rivolsero a lui in quel periodo volevano allargare i pantaloni o le gonne, i vestiti e i cappotti. Giuseppe ricordava la gente del paese come particolarmente magra, se non proprio denutrita. Maida faceva parte del Meridione ignorante e sovrappopolato; era  abitata da gente di montagna e di mare che mangiava soprattutto pesce, riso, fagioli e pasta con un po’ di condimento. Giuseppe sapeva che suo nonno Domenico e altre persone di Maida erano snelli vegetariani…..”Gay_Talese_by_David_Shankbone

“Ma i nativi di Maida residenti ad Ambler  stavano senza alcun dubbio ingrassando per quella che Giuseppe riteneva fosse una maggiore assimilazione della più ricca dieta americana: più carne, meno pesce; più latte, burro, pancetta e uova di quanto potessero permettersi in Italia; morbido pane bianco americano pieno di strutto invece delle scure pagnotte di grano integrale infornate ogni giorno dalla madre di Giuseppe e da quasi tutte le donne di Maida. Lì ad Ambler gli italiani cucinavano usando più burro e meno olio d’oliva….anche se l’olio d’oliva italiano e altri alimenti di base della vecchia patria si potevano comperare nella Little Italy di South Philadelphia, o anche localmente nella piccola drogheria Palermo, i prodotti importati erano più costosi dei loro sostituti americani. Ed è ovvio che molti italiani ad Ambler preferivano risparmiare qualche penny, anche se mettevano su qualche chilo. Giuseppe notò che anche i suoi zii erano diventati più grassi di com’erano un tempo a Maida, e si chiese se avessero smesso di portare i loro vestiti perchè non vi entravano più. La cosa era sicuramente vera per quanto riguardava il prete della comunità, che un giorno era passato da Giuseppe e gli aveva confessato di essere aumentato dieci chili in sei mesi. Goloso com’era delle torte e dei gelati americani, il prete non entrava più nei vestiti e nelle tonache.”

Tratto da:  Gay Talese, Ai Figli dei Figli, Rizzoli Editore, Italia 1992 –

Titolo Originale della Prima edizione:  Gay Talese,  Unto the Sons,  Alfred A Knopf  Inc, New York 1992

america


0 Responses to “vegetariani o denutriti?”



  1. Lascia un commento

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


Blog Stats

  • 42,218 hits