12
Mag
11

IL SOGNO DELLA DUCHESSA

“TUTTO CAMBIA, SOLO LEI RESTA, IMMUTABILE NELLO SGUARDO E TETRAGONA NEI SUOI PROPOSITI, A GARANTIRE LO “SPIRITO DEL CAPECE”       E  A TRASFORMARE UN SOGNO IN REALTA’ QUOTIDIANA”      (Vito PAPA, IL SOGNO DELLA DUCHESSA, Editrice Salentina 2010)

La Fondazione e il Liceo Classico di Maglie, che portano il nome di Francesca CAPECE (1769-1848), duchessa di Taurisano e marchesa di Maglie, sono strettamente legati alla storia della città sin dal lontano 1843.

In realtà l’avvento dei Capece nella baronia  avvenne ancora prima, nel 1723, allorchè Maglie era un feudo ristretto e scarsamente popolato, ma situato in posizione centrale nel Basso Salento. Da allora, grazie anche all’operosità dei suoi abitanti e al richiamo degli Istituti Scolastici, Maglie è cresciuta sino a diventare oggi  il polo attrattivo di un’area molto più vasta.

La storia di questa progressiva evoluzione è minuziosamente raccontata da Vito Papa nel volume “Il Sogno della Duchessa”, pubblicato nel 2010 a cura della Fondazione Capece,  sulla base di un’ampia documentazione storica e bibliografica e di una ricca iconografia.

Francesca Capece ereditò dalla zia nel 1805 un vasto patrimonio, che includeva il feudo di Maglie. Profondamente religiosa, era una donna tanto caritatevole da meritarsi l’appellativo di “dissipatrice Signora“. Essendo priva di prole, nel 1843  effettuò la donazione del proprio patrimonio, incluso il Palazzo ducale, ai Padri Gesuiti che per alcuni anni avevano curato la vita religiosa e civile di Maglie e amministrato i beni della duchessa.  La donazione era vincolata agli obiettivi di “mantenere viva nel paese la religione, gli esercizi di pietà, ed insieme la cultura nelle lettere“. Successivamente la duchessa, rifugiatasi a Lecce, visse modestamente gli ultimi anni della sua vita, fino alla morte avvenuta nel 1848dimenticata da tutti“.

Ma quella donazione si rivelò piena di frutti per Maglie e il Salento, nonostante una lunga travagliata storia di conflitti con il Comune, perchè portò all’istituzione del Ginnasio e del Convitto, poi alla conquista dell’autonomia amministrativa e infine all’istituzione del Liceo classico.

  Questa storia è tutta nel volume di Vito Papa, storico e Preside del Liceo Capece fino al 2010, che riesce a dimostrare convincentemente come le vicende della moderna comunità di Maglie siano tuttora influenzate dal “lascito della Capece“, indirizzato alla creazione di un centro di formazione e di studi.

A Francesca Capece è dedicato il monumento in marmo che orna la piazza antistante il Liceo, in cui generazioni sempre nuove di docenti e studenti hanno realizzato il sogno di una donna che, con la sua filantropia, è riuscita ad orientare  i destini  e a modellare l’identità di un’intera comunità.

 


0 Responses to “IL SOGNO DELLA DUCHESSA”



  1. Lascia un commento

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


Blog Stats

  • 42,661 hits